Blog ed email marketing: uno split test

Qualche giorno fa ti avevo accennato alle modifiche che ho fatto di recente al blog.

Tra queste, c’è la possibilità di registrarsi agli aggiornamenti di questo blog, compilando il modulo in alto a destra. Vedi un esempio anche nell’immagine qui in basso:

Split test A
Il box è in split test, cioè vengono alternate 2 versioni differenti del box, in modo da capire quale delle 2 registra una percentuale più alta di iscritti agli aggiornamenti.

Beh, ho avuto una sorpresa.

La versione che pensavo vincesse (quella qui a sinistra)… ha perso!

Eccoti invece qui di seguito, a destra, la versione vincente… Come puoi vedere, la versione vincente non ha il titolo in rosso.

Split test BIn più, la versione vincente contiene poi la parola “registrati” anzichè la parola “scrivi”.

Probabilmente il verbo più specifico ha favorito la maggiore conversion.

Vediamo adesso la differenza di percentuali… la versione perdente ha una performance dello 0,9%… cioè ogni 100 visitatori, 1 compila il modulo. La versione vincente invece registra una performance del 2,1%.. più del doppio. I dati di traffico e conversioni sono tali da permettere una certa confidenza.

Su test fatti da marketer USA, avevo letto di risultati simili. Tra l’altro, la versione “vincente” è la traduzione di una versione inglese che ho trovato in un altro blog che so effettuare questo tipo di test.

Il prossimo test che farò probabilmente sarà sulla “call to action” del pulsante, cioè sulla scritta nel pulsante per registrarsi.

Le email di segnalazione di un nuovo articolo sono di questo tipo:

email blog

e sono inviate in automatico dal servizio autoresponder che uso. In pratica: qualche minuto dopo la pubblicazione di un nuovo articolo, l’autoresponder invia in automatico email personalizzate con il nome del destinatario, segnalando la novità.

Anche per le email di segnalazione sto effettuando alcuni test per vedere quale tipo di messaggio generi più click.

Attualmente riguardo il clickthrough delle email sto registrando dei risultati un po’ insoliti: ti tengo aggiornato.

A cosa servono test di questo tipo? in questo caso gli obiettivi sono 2:

  • aumentare il numero di registrati agli aggiornamenti del blog
  • aumentare il numero di persone che leggono gli aggiornamenti.

Se fosse una campagna di vendita, test effettuati con meccanismi simili mi sarebbero utili per capire quale messaggio fa ottenere un maggior numero di clienti. In questo modo, riesci a sfruttare al meglio il traffico.

Se ad esempio solitamente ogni 100 visitatori ottieni un cliente, mettendo in split test vari elementi, spesso riesci ad aumentare la performance di 2-3 volte. Significa, a parità di traffico, raddoppiare o triplicare le vendite. Che non è male.

Di un argomento simile avevamo parlato qualche tempo fa in questo articolo sul copywriting persuasivo.

  • http://www.marcoziero.it marco

    Ottimo post, grazie per aver condiviso i risultati del tuo test.
    :)

  • http://www.venicemarketingreport.com/web-marketing/strategie-di-web-marketing-idee-al-volo/ Strategie di Web Marketing: idee al volo — Venice Marketing Report

    [...] fai degli split test per vedere cosa funziona meglio. Nel web, i test costano poco o nulla e ti portano informazioni [...]

  • http://www.venicemarketingreport.com/landing-page/landing-page-lunghe-o-landing-page-corte/ Landing page lunghe o landing page corte? — Venice Marketing Report

    [...] Se crei landing page, ti suggerisco di crearti col tempo un repertorio di “modelli vincenti” da usare con continuità e migliorare mese dopo mese, tramite appositi split test. [...]

  • http://www.venicemarketingreport.com/web-marketing/split-test-del-modulo-di-registrazione-come-sta-andando/ Split test del modulo di registrazione: come sta andando? — Venice Marketing Report

    [...] settimana scorsa ti avevo mostrato lo split test che sto facendo sul modulo di registrazione agli aggiornamenti di questo [...]

  • http://www.migliorasubito.com walter

    Nicola, volevo sapere se ritieni utile invece che inserire il box nelle varie posizioni come da te descritto ma sempre all'interno della pagina, utilizzare un BOX Pop-Up come fa terry dean nel suo sito, dal punto di vista delle performance si conoscono dei valori?

  • nicolafiabane

    Ciao Walter,

    il pop up come fa Terry Dean è certamente più efficace;
    che io sappia, il risultato di conversion del pop up rispetto al box normale è di 3 volte tanto (circa il 5% e più di conversion anzichè l'1-2%).

    Ho letto di marketer che hanno testato il pop up e che hanno visto converte di più non farlo scattare subito; meglio aspettare qualche secondo, così il navigatore inizia a leggere la pagina e ad interessarsi.

    Anche se so che il pop up è più efficace come conversion, non ho messo il pop up un po' per timore di perdita di immagine, volevo tenere per questo blog un tono più formale.

    Forse un giorno testerò il pop up.

    Ma l'altro tool che potrei testare è quella specie di orecchio nella pagina che spunta quando avvicini il mouse al pulsante back del browser; se cerchi su google “traffic regenerator” dovresti trovarlo. Penso ci siano in giro anche versioni free.

    Ciao

  • http://www.venicemarketingreport.com/web-marketing/tecniche-di-marketing-imparare-dal-passato/ Tecniche di Marketing: imparare dal passato — Venice Marketing Report

    [...] un esempio di esito da split test. Oppure anche questo, particolarmente interessante. var disqus_url = [...]

  • http://www.extreme-marketing.com Michele

    Ottimo esempio di Split Testing !!
    Complimenti anche per il tuo blog!!
    Un saluto a tutti gli internet marketer italiani :)

  • Alberto_C

    Vedo che spinge il visitatore a iscriversi per saper le novità del sito via newsletter. Perchè non fare lo stesso per i feed rss.
    Secondo lei è redditizio in un blog spiengere la gente oltre che ad isciversi agli aggiornamento via mail, di farlo anche attraverso i feed?
    O i feed rss sono ancora poco utilizzati e/o ancora poco capiti?

  • nicolafiabane

    Dai dati che vedo per il pubblico di questo blog, per ogni registrato via feed ce ne sono quasi 2 via email.

    Quindi per ora, almeno in questo blog, sembra preferibile dare maggior evidenza alla registrazione via email.

    Nota: io da utente preferisco i feed.

  • http://www.conversazionimarketing.com/e-mail-marketing/email-marketing-funziona/ Email marketing: funziona? — Conversazioni Marketing

    [...] Oppure… puoi usare le email come canale di segnalazione degli aggiornamenti nel tuo blog. [...]

  • OswaldjdlkElla

    Woo this is a nice blog, i would love to read more.

    Have a nice day
    paul
    ______________________________________________
    Cheap Aion kinah | Aion Powerleveling

blog comments powered by Disqus